Apple produrrà i suoi processori per i Mac

postato in: Informatica&Tecnologia | 0

Apple non utilizzerà più i processori Intel all’interno dei suoi Mac, ma li sostituirà con chip proprietari che l’azienda di Cupertino inizierà a produrre entro il 2020.

Apple punta quindi a portare anche nella sua linea di computer l’approccio già attuato con i suoi dispositivi portatili, dove da anni utilizza processori prodotti internamente.

La modifica avrà probabilmente inizio nella fascia dei MacBook da 12 pollici, dove Apple ha già attuato una riduzione estrema della componentistica interna, ormai praticamente relegata ad un piccolo spazio della sottilissima scocca in favore di un’ampia batteria. Le ripercussioni per Intel non sarebbero nemmeno così limitate: solo la notizia del possibile cambio di rotta ha fatto subire un ribasso al valore delle azioni dell’azienda, mentre l’impatto sui ricavi sarebbe ancora più grave, visto che ad oggi i chip per i Mac costituiscono il 5 percento circa dei ricavi annuali di Intel.

Costruire i prossimi Mac intorno ai propri chip consentirebbe ad Apple di avere maggiore flessibilità nel rilasciare nuovi prodotti e di rendere questi computer ancora più performanti controllando più da vicino gli aspetti dei consumi energetici e della sicurezza.

 

 

Lascia un commento